PAPPARDELLE AL PESTO DI AGLIO SELVATICO E GRANA PADANO

Versione stampabile
PAPPARDELLE AL PESTO DI AGLIO SELVATICO E GRANA PADANO
Condividi facebook share twitter share pinterest share

Dettagli ricetta

. Difficoltà: Medio . Dosi: 4 persone . Tempo di preparazione: 35 minuti . Varietà: Pasta
Conosciamo tutti oramai una buona ricetta di pesto e probabilmente molti di voi hanno già assaggiato le pappardelle, le cugine più grandi delle tagliatelle, ma la cosa speciale di questa ricetta è l’utilizzo dell’aglio selvatico nel pesto e che certamente gli darà una marcia in più.
Estremamente stagionale, conosciuto anche come aglio orsino, l’aglio selvatico è un must nella mia cucina da marzo fino a giugno di ogni anno. Il gusto sottile e piccante, non forte e pungente come si potrebbe pensare, è un’esplosione di sapore e quando ho scoperto che è così diffuso nelle aree verdi di tutto il Regno Unito, non potevo esserne più felice e così l’ho sfruttato al meglio, con olio extra vergine di oliva e Grana Padano per il pesto. Il pesto è la quintessenza dei condimenti italiani per pasta, insalata, carne, pesce e praticamente tutto quello che vuoi.

Consiglio dello chef: la ricetta può essere facilmente adattata con la rucola se l’aglio selvatico è fuori stagione.

Ingredienti

Per le pappardelle gialle:
2 uova a pasta gialla
200 g di farina 00

Per le pappardelle verdi:
2 uova a pasta gialla
200 g di farina 00
25 g di foglie di aglio selvatico (o prezzemolo, spinaci) 

Per il pesto:
25 g di foglie di basilico, lavate
25 g di foglie di aglio selvatico, lavate
40 g di Grana Padano grattugiato
90 ml di olio extravergine d’oliva
12g di noci 
Sale e pepe

Procedimento

Inizia facendo la pasta in anticipo.
Per la pasta gialla. Lavora le uova con la farina fino a formare un impasto morbido ed elastico.  Si raggiunge la giusta consistenza della pasta solo lavorandola a sufficienza per consentire alle molecole di glutine di scomporsi; l’elasticità della pasta è molto importante per il risultato finale. Avvolgila nella pellicola trasparente e lasciala riposare per 30 minuti.
Per la pasta verde. Sbollenta le foglie dell’aglio selvatico in acqua salata. Raffreddale in acqua ghiacciata per conservare il colore. Strizzale e mescola le foglie cotte con le uova. Lavora il mix di uova con la farina fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Deve avere la stessa consistenza della pasta gialla, quindi potresti aver bisogno di un po’ di farina in più a secondo di quanto siano acquose le foglie. Avvolgi nella pellicola trasparente e lascia riposare per 30 minuti.
Per il pesto. È molto semplice: quello che devi fare è semplicemente mettere tutti gli ingredienti in un frullatore o in un mortaio, nel caso tu l’avessi, e frulla tutto insieme fino ad ottenere una pasta granulosa – tieni da parte. Puoi conservare il pesto in frigorifero per un massimo di 2 giorni e può essere utilizzato in molti altri piatti, se ne rimane.
Per fare le pappardelle, stendi entrambe le paste in sfoglie sottili, circa 2/3 mm di spessore, e lasciale asciugare sul piano di lavoro infarinato. Per questo processo sarebbe utile una macchina per la pasta in modo da togliere dei pezzi di impasto e lavorarlo gradualmente fino al raggiungimento della giusta sottigliezza. Se non hai la macchina per la pasta non temere, va bene anche un mattarello, anche se sarà necessario uno sforzo maggiore per applicare una pressione uniforme su tutta la pasta. 
Una volta che le sfoglie si sono asciugate (di solito 5 minuti) si può procedere a tagliare le pappardelle (strisce di circa 3 cm di larghezza e 20 cm di lunghezza).
Ora cuoci la pasta di abbondante acqua salata per 2/3 minuti. Scolale al dente e mettile in una ciotola con il pesto. Ricorda di togliere il pesto dal frigo e, se necessario, aggiungi un po’ di acqua di cottura per dargli cremosità. Non scaldare mai il pesto in una padella perché diventa scuro velocemente. Condisci a piacere e servi in piatti fondi. Cospargi di Grana Padano grattugiato e noci tritate.
Danilo Cortellini
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner