Il Grana Padano
DOP

Grana Padano: un prodotto unico.
Non esiste nessun’altra classificazione casearia che può utilizzare il termine “grana”. Ed è per questa ragione che il nome di questo formaggio italiano andrebbe sempre pronunciato per intero: Grana Padano.

Ma si sa, quando un alimento si distingue per le proprie qualità, quando diventa noto e apprezzato in tutto il mondo e quando sono davvero in molti a chiamarlo, succede che il suo nome – Grana Padano, per l’appunto – diventi un’antonomasia e venga utilizzato per riferirsi a un intero genere di formaggi. Tuttavia, noi del Consorzio di Tutela crediamo nell’importanza dei nomi e ci adoperiamo affinché vengano rispettati. Poiché Grana Padano DOP è molto più di una denominazione: è la storia di un formaggio eccezionale, di secoli di tradizioni, passione e maestria.

Icon-Ingredienti-2

Ingredienti

La bontà vera richiede pochi ingredienti. Latte di qualità eccelsa, caglio, lisozima e sale: da qui nasce la magia.

Path 20171
Icon-Stagionaure

Le Stagionature

È la stagionatura a caratterizzare le sfumature di sapore di Grana Padano. Diverse stagionature, diversi modi di vivere l’attesa.

Path 20171
Icon-Riconoscerlo

Come Riconoscerlo

Solo le migliori forme ricevono il marchio a fuoco, simbolo che le identifica ufficialmente come formaggio Grana Padano DOP.

Path 20171
Icon-Degustarlo

Come Degustarlo

Ci sono molti modi di assaporare il gusto italiano. Perché assaggiare Grana Padano è sempre un’esperienza unica.

Path 20171

Gusto e benessere

Grana Padano si distingue non solo per il sapore inimitabile, ma anche per le sue proprietà nutrizionali e per l’alto contenuto proteico.

Come presentarlo e conservarlo

Come presentarlo 1 1

Tutto comincia con il tipico coltellino

Grana Padano è perfetto per un aperitivo in compagnia, o a fine pasto prima della frutta.
Per servire un tagliere di Grana Padano è necessario dotarsi del tipico coltellino. Il tagliagrana è un coltello dalla lama corta e robusta ed è l’ideale per realizzare singole scaglie di Grana Padano. Il formaggio in questo caso non deve essere tagliato, bensi “scalzato” in pezzi di dimensioni simili, che esprimono tutta la fragranza e l’aroma di questo prodotto.

Affettagrana 1

La sottigliezza delicata e leggera dell'affettagrana

Se ciò che ti serve è ottenere delle scagliette sottili come sfoglia, da spargere a completamento dei tuoi piatti, usa il tipico coltello “affettagrana” che permette di ottenere sottilissimi “petali” di formaggio, che si adageranno sulle tue preparazioni senza appesantirle e senza alterare l’equilibrio dei sapori.

Grattugia 1 1

L'inconfondibile stile della tradizione italiana

Tra gli strumenti principe per consumarmi al meglio, non può mancare la grattugia. Inconfondibile simbolo della tradizione culinaria italiana, permetterà di cospargere il formaggio in modo uniforme, a granulosità più o meno sottile, che cadrà “a neve” su tutti i tuoi piatti con un effetto decorativo di grande e tipico effetto.

Come conservarlo 1

Come conservarlo

Il Grana Padano va collocato nella parte meno fredda del frigorifero, dove la temperatura si aggira normalmente attorno ai 8°. Non mettere il Grana Padano accanto ad altri formaggi dal sapore e dagli aromi diversi, poiché potrebbero contaminare le sue qualità organolettiche. È consigliabile avvolgere il Grana Padano, in pellicola ad uso alimentare oppure conservarlo in contenitori di plastica o vetro. Per gustare al meglio il Grana Padano, tiratelo fuori dal frigorifero un’ora prima, scartatelo e lasciatelo “respirare” cosicché possa esprimere al meglio fragranza e gusto. Preparate delle scaglie solo al momento di servirlo per evitare che queste si asciughino.

Buono dentro e fuori

Il gusto unico di Grana Padano è il risultato di tanti elementi diversi che, insieme, lo rendono unico. Proprietà eccezionali, che si ritrovano in ogni morso del formaggio più amato al mondo.

I Mercati

Prezzi all’ingrosso Formaggio Grana Padano DOP
(Prezzi €/kg, I.V.A. esclusa.)

Borsa merci: Quotazione del: Milano
13/05/2024
Cremona
15/05/2024
Mantova
16/05/2024
Prezzo medio settimanale
min max min max min max min max media
9 mesi 9,350 9,500 9,350 9,500 9,350 9,500 9,35 9,50 9,43
12-15 mesi 10,350 10,700 9,850 10,250 10,100 10,350 10,10 10,43 10,26
oltre 15 mesi 10,350 11,100 10,900 11,100 10,63 11,10 10,86
Var. vs prec.
9 mesi
Var. vs prec. 12-15 mesi 0,050
Var. vs prec. oltre 15 mesi 0,050

Educazione
nutrizionale

Line 40

Un progetto con solide basi scientifiche, che coinvolge un Comitato Scientifico, medici specialisti, dietisti ed esperti di comunicazione. L’obiettivo è fornire materiale educativo di alta qualità per promuovere uno stile di vita volto al benessere e alla salute.