Valori nutrizionali e calorie

Il Grana Padano DOP è un concentrato di latte perché per farne 100 grammi occorrono 1,5 litri di latte fresco proveniente dalla Pianura Padana. La lavorazione e la stagionatura del formaggio consentono la diminuzione dei lipidi, l’eliminazione del lattosio, l’apporto di proteine con i 9 aminoacidi essenziali, la massima biodisponibilità di minerali e vitamine e un’alta digeribilità a tutte le età. I valori nutrizionali medi del Grana Padano DOP riportati nella tabella sottostante sono da considerarsi stabili nel tempo, in quanto tutta la filiera, dagli alimenti per le bovine alla marchiatura, è regolamentata da un rigido Disciplinare che garantisce il formaggio DOP. Di conseguenza, l’oscillazione dei valori nutrizionali è minima e insignificante ai fini della definizione di una dieta equilibrata.

Tabella nutrizionale per una porzione media di Grana Padano da 100 grammi

Composition Unità Media
Acqua g 32
Proteine totali g 33
Aminoacidi totali g 6.0
Grasso    g 29
Acidi grassi SATURI g 18,4
Acidi grassi MONOINSATURI     g 7.4
Acidi grassi POLINSATURI g 1.1
Colesterolo mg 98.3
Zucchero (carboidrati) g <1
Fibre g 0
Ceneri  g 4.6
Calcio  mg 1165.0
Fosforo  mg 692.0
Rapporto Calcio / Fosforo   1.7
Sale g 1.5
Potassio mg 120.0
Composto Unità Media
Magnesio mg 63
Zinco mg 11
Rame mg 0,5
Ferro mg 0,14
Iodio µg 35,5
Selenio µg 12
Vitamina A µg 224
Vitamina B1 µg 20
Vitamina B2 mg 0,36
Vitamina B6 mg 0,12
Vitamina B12 µg 3,0
Vitamina D3 µg 0,5
Vitamina PP µg 3,0
Vitamina E µg 206
Acido Pantotenico µg 246
Colina mg 20,0
Biotina µg 6,0
Energia Kj
kcal
1654
398


Ogni dato medio è stato ottenuto dall’elaborazione statistica condotta su risultati analitici raggiunti analizzando campioni di formaggio Grana Padano DOP rappresentativi dell’intera zona di produzione.
 
La tabella nutrizionale per una porzione media di Grana Padano da 100 gr. ca.

Fonti bibliografiche

1 BDA-IEO Database Alimenti - IEO (Istituto Europeo di Oncologia).
2 SIOMMMS - Società Italiana dell’Osteoporosi del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro.
3 Dietary Reference Values for the EU population as derived by the EFSA (European Food Safety Agency).
4 A. Marseglia, A. M. Castellazzi, C. Valsecchi, A. Licari, G. Piva, F. Rossi, L. Fiorentini, G. L. Marseglia (2012), “Outcome of oral provocation test in egg-sensitive children receiving semi-fat hard cheese Grana Padano PDO (protected designation of origin) containing, or not, lysozyme”, Springer-Verlag 2012.
5 Filippo Rossi, PhD, Amerigo Iaconelli, MD, Lucia Fiorentini, BSc, Francesco Zito, MD, Maria Benedett Donati, MD, PhD, Maria Laura De Cristofaro, MD, Gianfranco Piva, BSc, Geltrude Mingrone, MD (2011), “Immunological Response in Egg-Sensitive Adults Challenged with Cheese Containing or Not Containing Lysozyme”, American College of Nutrition, Journal of the American College of Nutrition, Vol. 31, No. 6, 385–391 (2012).
6 Amerigo Iaconelli, MD, Lucia Fiorentini, PhD, Sara Bruschi, PhD, Filippo Rossi, PhD, Geltrude Mingrone, MD, PhD, FACN, Gianfranco Piva, PhD (2008), “Absence of Allergic Reactions to Egg White Lysozyme Additive in Grana Padano Cheese”, American College of Nutrition, Journal of the American College of Nutrition Vol. 27, No. 2, 326–331 (2008).
 

Bontà responsabile

Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner