PRODUZIONE GENNAIO-AGOSTO 2021 IN LEGGERO CALO

28/09/2021

Un momento della lavorazione del latte in caldaia<br>in un caseificio di Grana Padano DopUn momento della lavorazione del latte in caldaia
in un caseificio di Grana Padano Dop
Un momento della lavorazione del latte in caldaia
in un caseificio di Grana Padano Dop
Ad agosto la produzione di Grana Padano Dop è cresciuta del 3,51%. Il direttore generale invita i caseifici a mantenere la produzione annuale in linea con quella del 2020

Ad agosto 2021 dalle caldaie dei caseifici è uscito il 3,51% di Grana Padano Dop in più rispetto allo stesso mese del 2020 e sono state prodotte quasi 365mila forme. I primi otto mesi dell’anno restano tuttavia in terreno negativo con circa 3,7 milioni di forme, lo 0,24% in meno  rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Lo ha sottolineato il direttore generale del Consorzio di tutela del Grana Padano, Stefano Berni, spiegando come l’incremento di agosto sia legato alle dinamiche di mercato del latte spot e che a settembre sia previsto un aumento della produzione vista la forte flessione registrata nello scorso settembre (in flessione del 7,7% rispetto al 2019).

«Gli ultimi 4 mesi dell’anno – ricorda il direttore generale – saranno in ogni caso decisivi per mantenere l’offerta annuale in linea con la domanda di mercato.  Si raccomanda, pertanto, la stessa  prudenza per poter chiudere l’anno con una produzione in linea con quella del 2020. Il livello dell’offerta è destinato, come sempre, a influire sui prezzi all’ingrosso che oggi sono remunerativi».

«Il 2020 – ha aggiunto Berni - è stato un anno straordinario per i consumi,  cresciuti del 3,9% (Italia più export) rispetto all’anno precedente, ma si prevede che quest’anno non sia possibile raggiungere gli stessi risultati. Si stanno riducendo infatti gli acquisti retail compensati solo in parte dalla ripresa delle vendite ho.reca».