GRANA PADANO: FIERA DEI PRATI STABILI, PROGETTI PER IL FUTURO

15/10/2021

Il 16 ed il 17 ottobre a Goito (MN) la 24esima edizione della rassegna ricca di eventi. Progetti di valorizzazione del territorio e manifesto per la sostenibilità.
Zaghini: "Una tradizione importante diventa laboratorio per una crescita green".


L’attenzione dei produttori e dei consumatori del formaggio DOP più consumato nel mondo sarà puntata su Goito (MN) sabato 16 e domenica 17 ottobre. Torna infatti la Fiera del Grana Padano dei Prati Stabili, giunta alle 24esima edizione, e occasione per un’importante riflessione sul futuro di un prodotto che nel 2020 ha visto lavorate 5,2 milioni di forme, delle quali 2.112.870 esportate.

“L’antica tradizione dell’alimentazione al pascolo delle bovine si rinnova da secoli e negli ultimi anni è stata valorizzata dai produttori della zona lungo il Mincio. Ma ora si può andare oltre – dice Renato Zaghini, presidente del Consorzio Tutela Grana Padano - Da questa esperienza possono venire indicazioni importanti sul cammino della sostenibilità ambientale e del benessere animale, che il Consorzio ha avviato nel 2007 ed ora vuole accelerare in tutta la filiera con la prospettiva di codificarlo nel Disciplinare di produzione. Ma altrettanto significative sono le esperienze ed i progetti realizzati valorizzando il territorio e le sue produzioni, carta vincente nella promozione soprattutto all’estero”.

Questi temi saranno al centro dei convegni previsti per sabato 16 ottobre, che seguiranno il primo appuntamento di carattere tecnico – scientifico alle 9,30 negli spazi di piazza Gramsci e dedicato al rapporto tra acqua, territorio e zootecnia con Cecilia Rizzo, Carlo Caleffi, Aldo Dal Prà e Mario Comba.

Alle 10,30, sarà presentato il nuovo progetto di valorizzazione dei prati stabili nel convegno: “Prati Stabili parola d’ordine: futuro”, dove interverranno il presidente del Consorzio Grana Padano, Renato Zaghini, il presidente di Confcooperative FedAgriPesca Lombardia, Fabio Perini, il sindaco di Goito Pietro Chiaventi, Stefano Pezzini, capofila del progetto PIA, il sindaco di Marmirolo Paolo Galeotti, il direttore di Alta Badia Brand Roberto Huber, il vice presidente di “Strada di Franciacorta” Gualberto Ricci Curbastro, il presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini e l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Fabio Rolfi.

Per tutto il week end Grana Padano DOP sarà al centro della ribalta per le famiglie, da gustare e da conoscere attraverso giochi e performance.
In particolare domenica 17 alle 10,30 “Casaro per un giorno”, con tre mastri casari che sveleranno i segreti del Grana Padano DOP dei Prati Stabili e la filatura della Mozzarella. Seguiranno alle 14,45 la Degustazione “O famo strano … (… col Grana Padano)”, con Grana Padano, Rum e Sigaro Toscano” organizzato dall’Accademia degli Scalchi, e alla 16 il Cooking Fight, con il voto del pubblico a sei piatti in gara. 

Ampio spazio allo sport e ai bambini. Dalle 10 alle 17 dimostrazioni e prove nell’Arena in piazza di varie discipline, nell’area bimbi alle 11,30 e alle 15 laboratori di motricità e alle 15,30 bolle di sapone e tante risate.