BERNI: «CRESCONO I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E FRENA LA PRODUZIONE, SIAMO IN FASE DI RECUPERO»

06/11/2020

Stefano Berni, direttore generale del Consorzio <br>Tutela Grana PadanoStefano Berni, direttore generale del Consorzio
Tutela Grana Padano
Stefano Berni, direttore generale del Consorzio
Tutela Grana Padano
Il direttore generale sottolinea anche l’andamento positivo del Grana Padano DOP grattugiato nei primi nove mesi del 2020
 
Il Grana Padano DOP grattugiato e senza crosta è sempre più richiesto dal mercato. A settembre 2020 ha messo a segno un progresso quasi a due cifre (8,26%) con un aumento del 7% delle forme destinate alla grattugia e una crescita del 17% degli sfridi. Nei primi nove mesi del 2020 il formaggio grattugiato e quello senza crosta è aumentato quasi del 5%. A sottolinearne l’andamento positivo è il direttore generale del Consorzio di tutela, Stefano Berni.
Positivo anche l’andamento dei consumi delle famiglie nel bimestre luglio-agosto con un avanzamento del 14,3% per il Grana Padano. Da gennaio ad agosto 2020 le vendite retail sono cresciute del 9%, mentre è rimasto ancora in difficoltà il comparto ho.re.ca.
Settembre 2020 ha segnato, inoltre, una flessione produttiva vicina all’8% rispetto allo stesso mese del 2019 confermando il trend discendente dei mesi scorsi. Da gennaio a settembre 2020 la produzione di Grana Padano è cresciuta solo del 2,63%. «L’aumento dei consumi e il calo produttivo sono alla base – ha commentato il direttore generale del Consorzio di tutela, Stefano Berni - dell’attuale fase di recupero del Grana Padano Dop. Se le produzioni dei prossimi mesi dovessero mantenere questo trend sarebbe lecito attendersi, a fine anno, performance positive».
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner