Obiettivo 3

Obiettivo 3
Sacrificio, lealtà, determinazione a dare il meglio: sono alcuni tra i valori dello sport, che spingono chi lo pratica in tutte le discipline a trovare motivazione per confrontarsi e crescere.
Ma per una persona disabile è difficile praticarlo, perché occorrono ausili tecnici spesso complessi, approfondite conoscenze tecniche e quindi si devono sostenere anche costi elevati.
Occorre quindi attivare disponibilità e risorse e per ottenerle Alex Zanardi, pluricampione paralimpico, ha creato il nuovo progetto “Obiettivo 3 – Verso Tokyo 2020”, per creare un legame tra sport e mondo della disabilità e tradurlo in un’azione rilevante e socialmente utile.
“Obiettivo 3”  punta a reclutare, avviare e sostenere economicamente le persone disabili che intendono avviare un’attività sportiva.
Ma lancia anche una sfida ambiziosa: individuare tra quanti saranno avviati allo sport almeno tre atleti in grado di qualificarsi per i prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. E’ un traguardo importante non solo per gli atleti, ma per tutto il movimento. Coronare un lungo e complesso percorso di preparazione e creare simili modelli positivi dimostrerebbe a tutta la società che la disabilità non è un limite, ma una caratteristica.
Alex Zanardi lancia dunque una nuova impresa di grande rilevanza sociale e il Consorzio Tutela Grana Padano sarà ancora al suo fianco. “Zanardi è da sempre uno straordinario campione di vita e non solo di sport – spiega il presidente Nicola Cesare Baldrighi – e per questo il Grana Padano lo sostiene da anni. Siamo quindi ancora pronti ad affiancarlo con una rinnovata partnership in tutte le iniziative sociali e solidali adottate nell’ambito di Obiettivo 3, per compiere un nuovo salto di qualità diffuso nell’opinione pubblica nel sostegno alle persone con disabilità”.
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner