Miele di agrumi

Miele di agrumi
Il miele di agrumi è prodotto nell’Italia peninsulare e nelle isole.
Le diverse specie di Citrus (arancio, limone, mandarino, bergamotto, cedro, pompelmo, ecc.) sono alberi sempreverdi che producono fiori dall’intenso profumo caratteristico, in diversi periodi dell’anno a seconda della specie, e producono un frutto chiamato esperidio. La pianta è originaria della Cina  e tutti gli esemplari presenti in Italia sono coltivati per la produzione dei frutti, la produzione di miele è concentrata fra aprile e maggio, dove si concentra la maggior parte delle fioriture. Le coltivazioni di agrumi sono pressochè presenti in tutto il mondo, India, Argentina, Brasile, Cina, paesi del bacino del Mediterraneo. Benchè presenti anche in zone dell’Italia continentale, come sulle sponde del Benaco, in queste aree il miele di agrumi non è mai prodotto, per motivi climatici e per scarsa quantitià di esemplari ai fini di una sufficiente raccolta di nettare.

Caratteristiche:
  • Colore: molto chiaro, da quasi incolore a giallo paglierino da liquido, da bianco ad avorio se cristallizzato.
  • Odore: delicato, floreale fine, di zagara, acqua di fiori d’arancio, fiori bianchi, osmanto.
  • Aroma e sapore: delicato, con componente aromatica sovrapponibile alle caratteristiche  olfattive, normalmente dolce.
Si tratta di un abbinamento originale, ma delicato, facile ed ideale per chi ama i sapori nuovi. Il floreale delicato del miele di agrumi rincorre le note di burro e fieno che caratterizzano il Grana Padano giovane, in un piacevole equilibrio dolce-salato.

Modalità di servizio:
Il consiglio è quello di servire sempre i mieli in assortimento, magari due molto diversi, e lasciare che sia il gusto di ogni commensale a stabilire la propria graduatoria di preferenza. I mieli non vanno mai messi sul formaggio prima del servizio, sia perché rappresenterebbero una scelta obbligata, sia perché il miele, caratterizzato da un’elevata pressione osmotica, tenderebbe ad assorbire i liquidi salati del formaggio con il quale entra in contatto anche nel giro di pochissimi minuti. L’invito è a provare prima i prodotti presentati da soli, quindi a testare i diversi abbinamenti. 
Il contenitore di servizio può essere una piccola salsiera o una ciotolina, con l’utilizzo di un cucchiaino per travasare il miele. Mieli liquidi e mieli cremosi possono essere utilizzati tal quali. Mieli a cristallizzazione compatta possono essere amalgamati, anticipatamente al travaso dal barattolo al contenitore di servizio, per rendere la massa malleabile, grattando dalla superficie la quantità necessaria.

Curiosità

È facilmente reperibile, sia nelle zone di produzione che nella grande distribuzione.
Il profumo caratteristico è dato da una sola molecola, il metilantranilato, che si ritrova in diverse quantità nel miele a seconda della zona di produzione.
Miele di limone, miele di zagara, miele di arancio, miele di mandarino, sono alcune delle possibili denominazioni commerciali con le quali si può reperire il miele di agrumi.  È il miele di pasticceria per eccellenza, ricorda il profumo della pastiera napoletana. Ideale anche con le tisane, con la frutta, per condire un’insalata all’interno di una vinaigrette.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner