Greco di Tufo

E' un vino bianco a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG). Prodotto con uve Greco per almeno l’85% e Coda di Volpe per non più del 15%. La vinificazione è condotta per lo più in acciaio, più raramente in legno. Sebbene non sia previsto un periodo minimo per l’immissione al consumo, normalmente la commercializzazione avviene non prima di 7/8 mesi dalla vendemmia.
  • Invecchiamento suggerito: da 2 a 3 anni a seconda dell’annata
  • Titolo alcolometrico: 13% Vol.
  • Prodotto nell’intero territorio dei comuni di Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina, Torrioni e Tufo, in provincia di Avellino
  • Conservare in cantina a temperatura costante tra 11 e 15 °C per alcuni anni; in ambiente domestico per poche settimane
  • Servire a 12 °C in calici di media ampiezza
Caratteristiche (visive, olfattive, gusto-olfattive):
Giallo paglierino intenso e luminoso con delicati riflessi dorati. L’incipit olfattivo è di fiori di acacia, pera abate e pesca bianca, poi emergono note di finocchietto selvatico e macchia mediterranea. Il sorso, pieno e avvolgente, è dominato dalle morbidezze, che indirizzano la lunga espansione gustativa in un finale appena scalfito dalla traccia sapida.
La struttura del vino e la sua buona persistenza gusto-olfattiva si trovano in concordanza con le caratteristiche del Grana Padano di media stagionatura. Inoltre, la presenza mediamente bassa di note salate e la leggera acidità del formaggio sono equilibrate dall’adeguata morbidezza del vino.

Curiosità

Insieme al Fiano di Avellino e al Taurasi, fa parte della triade di vini a Docg dell’Irpinia. Il suo nome dichiara apertamente le origini geografiche e storiche; in principio era chiamato Aminea Gemina e Aristotele riteneva che il vitigno delle Aminee arrivasse dalla Tessaglia, terra di origine degli Aminei, popolo che colonizzò la costa napoletana e impiantò questo pregiato vitigno sui fertili pendii del Vesuvio. Come ulteriore conferma si può citare un affresco ritrovato a Pompei, risalente al I secolo a.C., dove viene chiaramente nominato il vino Greco. 
Altri vini bianchi di struttura consigliati con le stagionature di Grana Padano DOP tra i 16 e i 20 mesi:
  • Alto Adige Pinot Bianco
  • Soave Superiore
  • Orvieto Classico
  • Vermentino di Gallura
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner