Tuttofood

06/05/2019 - 09/05/2019

Dal 6 al 9 maggio il Consorzio Grana Padano partecipa a TUTTO FOOD - Milano presso il  padiglione 10 Stand L 26-M 28 con uno spazio comune con il Consorzio della Mozzarella di Bufala perchè: C'è più gusto a stare insieme!!
 
Visita il sito di TuttoFood.

Blockchain, il Grana Padano DOP pioniere dell’innovazione digitale

La sfida della blockchain garantisce la tracciabilità e la tutela del prodotto, ma anche la sua valorizzazione sul mercato perché aumenta la trasparenza del percorso di filiera, dal latte raccolto in stalla al prodotto finito passando attraverso la trasformazione. Tutte informazioni comunicate in etichetta e quindi sul punto di vendita al consumatore.  Ecco perché il Consorzio Tutela Grana Padano DOP ha voluto fare da apripista nella sperimentazione di queste nuove tecnologie digitali.  “La blockchain per la filiera del Grana Padano DOP rappresenta lo strumento più evoluto – ha spiegato il direttore generale del Consorzio Stefano Berni, intervenendo a Milano lo scorso 8 maggio alla “Blockchain Plaza” nell’ambito di Tuttofoood, la fiera B2b dell’agroalimentare di Fiera Milano -, per garantire ai consumatori, la massima qualità, quella che i “copioni” di ogni genere non possono offrire e condividere queste tutele con tutti i soggetti della filiera in ogni passaggio. La produzione 4.0 è un’asticella ancora più alta nel livello dei controlli che il sistema del Grana Padano è assolutamente in grado di superare confermandosi il prodotto DOP più consumato nel mondo”.

La blockchain nel progetto del CSQA

La nuova procedura informatica nella filiera del Grana Padano grattugiato è stata sperimentata, assieme ad altre 3 realtà agroalimentari italiane, nell’ambito del nuovo progetto ideato da CSQA, ente di certificazione leader in Europa per il settore agroalimentare – ed Euranet, Società di consulenza e tecnologie per la compliance.
La blockchain diventa strategica perché garantisce in modo immodificabile tutte le informazioni che riguardano la filiera produttiva offrendo dati non manipolabili a tutti gli interlocutori, da quelli commerciali fino ai consumatori. Non possono quindi essere modificati i dati inseriti da allevatore, trasportatore del latte, trasformatore, stagionatore e grattugiatore per ogni confezione, con maggior garanzia e tutela sia per il consumatore, rispetto ai prodotti similari, sia per i soci del Consorzio di Tutela coinvolti nella filiera.
La blockchain ha inoltre il vantaggio di agevolare i controlli periodici con i virtual audit, attraverso i dati degli operatori della filiera inseriti direttamente in sistemi digitali che generano  flussi di dati con la supervisione di ChoralTrust di CSQA, da anni l’ente certificatore della produzione di Grana Padano.

Il progetto “C’è più gusto a stare insieme”

All’edizione di Tuttofood 2019 il Consorzio Tutela Grana Padano DOP ha partecipato in sinergia con il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP, con il progetto congiunto “C’è più gusto a stare insieme”, teso a rafforzare il sistema delle eccellenze alimentari italiane in una manifestazione meta di numerosi visitatori internazionali.

Uno showcooking con mamme blogger anticipa la Festa della mamma

Sempre l’8 maggio scorso la DOP del Grana Padano ha anticipato la festa della mamma, che si celebra domenica 12, con l’iniziativa “Sapore di mamma”. Lo chef Danilo Angè, autore delle ricette del libro “Mamma, ho fame”, ha incontrato alcune mamme blogger in uno show cooking, con una proposta per l’aperitivo dedicata a loro ed un’altra per la merenda dei bambini. L’evento è stato seguito in diretta sui canali social del Consorzio.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner