Fattorie Cremona

Matricola: CR106
Via Ostiano, 70
26043 - Persico Dosimo (CR)
tel. 0372 455646 - fax 0372 455660
info@fattoriecremona.it
www.fattoriecremona.it
C.F./P.Iva 00114170194

Sede produttiva della matricola MN405:
Via G. Leopardi, 173
46030 Bellaguarda di Viadana (MN)
 
Cesare Baldrighi, presidente di Latteria Plac<br>e del Consorzio Tutela Grana Padano Cesare Baldrighi, presidente di Latteria Plac
e del Consorzio Tutela Grana Padano
Cesare Baldrighi, presidente di Latteria Plac
e del Consorzio Tutela Grana Padano
FATTORIE CREMONA, IL NUOVO BRAND RACCONTA LA LATTERIA PLAC

Il lancio del nuovo marchio per comunicare ai consumatori i concetti di qualità, tradizione e origine. L’altra grande sfida della cooperativa cremonese è la crescita dell’export

Un nuovo nome e un nuovo logo per la Latteria Plac (Produttori latte associati Cremona), tra i maggiori produttori di Grana Padano con 200mila forme l’anno. Nel 2018 la storica cooperativa cremonese ha lanciato il brand Fattorie Cremona per mettere ancora più in risalto la qualità dei suoi prodotti, la tradizione e la sua origine. "Il 75-80% del latte raccolto dalla cooperativa viene trasformato in Grana Padano DOP, sia nello stabilimento di Persico Dosimo che in quello di Bellaguarda di Viadana.
Delle 200mila forme di Grana Padano prodotte in un anno (matricole Cr 2016 e Mn 405) circa 40mila forme sono vendute come formaggio grattugiato, porzionato e in scaglie.
"Al momento – sottolinea il direttore generale di Latteria Plac, Luciano Negri – "solo 10mila forme vengono confezionate per il libero servizio con il brand Fattorie Cremona e il nostro obiettivo è far crescere questa quota. Le altre 30mila forme di Grana Padano vanno sempre in Gdo, ma al banco del taglio".
La Dop viene infatti proposta in porzioni da 1 kg per il libero servizio e in confezioni superiori a 1 kg per il canale del normal trade e i cash & carry. Il Grana Padano grattugiato viene commercializzato in busta da 100 g per il banco a libero servizio o in sacco da 1.000 g per il canale cash & carry e la ristorazione. Il Grana Padano in scaglie è commercializzato in confezioni da 500 g, 1.000 g e 2.000 g. Tutte le confezioni della gamma Grana Padano Fattorie Cremona sono in atmosfera protettiva, pratiche, sicure con shelf life di 90 giorni.

 
La Bottega di Fattorie Cremona, un punto di vendita di 400 mq <br>realizzato in una struttura che in origine era un antico granaio in cottoLa Bottega di Fattorie Cremona, un punto di vendita di 400 mq
realizzato in una struttura che in origine era un antico granaio in cotto
La Bottega di Fattorie Cremona, un punto di vendita di 400 mq
realizzato in una struttura che in origine era un antico granaio in cotto
UN MARCHIO RICONOSCIBILE PRESSO LA GDO

La cooperativa ha modificato nome, veste grafica e confezione per proseguire il suo percorso di rinnovamento e di crescita. "L’obiettivo" – sottolinea Negri – "è quello di rinnovare la struttura e l’identità della nostra offerta per un miglior presidio dello scaffale in Gdo. In quest’ottica il nome Plac rimane il corporate brand mentre Fattorie Cremona è diventato uno strumento per parlare ai consumatori della bontà e genuinità dei nostri prodotti".
Per spiegare meglio questi concetti il marchio Fattorie Cremona è accompagnato da un disegno che ritrae un paesaggio rurale e i due protagonisti della storia di Plac, l’allevatore e la “mucca”. I due sono affiancati come fossero colleghi. "In effetti" – prosegue il direttore generale – "i nostri prodotti sono il risultato di questa stretta e forte collaborazione, una sinergia che dal lontano 1933 ha prodotto enormi risultati per il territorio cremonese".

 
LA COOPERATIVA LAVORA 156MILA TONNELLATE DI LATTE L’ANNO

La cooperativa nasce nel 1933 su iniziativa di 19 allevatori che fecero la coraggiosa scelta, economica e imprenditoriale, di unire le proprie energie per affrontare insieme il mercato. Oggi è una delle più importanti cooperative lattiero-casearie italiane, con 84 soci allevatori distribuiti tra le province di Cremona, Mantova e Brescia e un fatturato di 95 milioni di euro (nel 2018).
Alla storica sede di Persico Dosimo (Cr) si è aggiunto negli anni lo stabilimento di produzione di Bellaguarda di Viadana (Mn), il centro di confezionamento di Cremona (via Bastida) e quello di Fornovo di Taro, in località Respiccio (Pr). "L’investimento più recente" – spiega il presidente di Latteria Plac, nonchè del Consorzio Tutela Grana Padano, Cesare Baldrighi – "è l’acquisto del centro di confezionamento di Cremona nel marzo del 2019 e a breve partiranno i lavori per la realizzazione di un nuovo magazzino di stagionatura da 50mila forme a Persico Dosimo e di un reparto di spedizioni. È in cantiere anche un progetto di digitalizzazione del flusso delle merci per assicurare un controllo ancora più accurato delle spedizioni".
L'impianto di confezionamento e per sigillare i diversi formati di Grana Padano.
Alcuni passaggi delle operazioni <br> di confezionamento nel sito di CremonaAlcuni passaggi delle operazioni
di confezionamento nel sito di Cremona
Alcuni passaggi delle operazioni
di confezionamento nel sito di Cremona
IL BENESSERE ANIMALE

La crescita di Latteria Plac è stata costante, ma negli ultimi dieci anni il latte trasformato è cresciuto del 64%.
Oggi la cooperativa raccoglie 156mila tonnellate di materia prima l’anno. "Dal 2005 ad oggi" – sottolinea il presidente Baldrighi – "la produzione di Grana Padano è più che raddoppiata andando di pari passo con l’aumento della disponibilità di latte e con la necessità di lavorare la materia prima dei soci. Proprio per migliorare ulteriormente lo standard degli allevamenti abbiamo recentemente completato il progetto che ci ha condotto alla certificazione per il benessere animale rilasciata dal CSQA".



 
Da sinistra la struttura della Bottega di Fattorie Cremona <br> e l'esterno dello stabilimento di Persico DosimoDa sinistra la struttura della Bottega di Fattorie Cremona
e l'esterno dello stabilimento di Persico Dosimo
Da sinistra la struttura della Bottega di Fattorie Cremona
e l'esterno dello stabilimento di Persico Dosimo
LA CORSA DELL’EXPORT

Sul versante dell’export si sta giocando un’altra grande sfida: "Il nuovo marchio Fattorie Cremona è facile da ricordare" – sottolinea il direttore generale – "anche sui mercati esteri. Un obiettivo che ci impegna da pochi anni, ma che ha già dato i suoi risultati: le vendite complessive all’estero hanno raggiunto i 9,2 milioni di euro del 2018, un valore in crescita del 28,9% sull’anno precedente. In volume l’incremento è stato maggiore, ha raggiunto il 38,2%, per un quantitativo esportato di circa mille tonnellate".
Il trend è proseguito anche nel primo quadrimestre del 2019 con 250 tonnellate esportate contro le 230 tonnellate dello stesso periodo dell’anno precedente. In valore, le vendite della Dop hanno superato di poco i 2 milioni di euro contro 1 milione e 575mila euro nello stesso quadrimestre. I primi 6 mercati di sbocco del 2019 sono Grecia, Spagna, Corea, Germania, Canada e Usa.
Dal 2017 al 2018 le spedizioni di Grana Padano all’estero sono rimbalzate del 40%, passando dalle 720 alle 1000 tonnellate. "Nell'affrontare con decisione il mercato nazionale e internazionale" – ha spiegato Cesare Baldrighi – "ci siamo chiesti se l’attuale marchio potesse essere migliorato e reso più comprensibile al grande pubblico. Da lì è iniziato un percorso di analisi e di revisione che ci ha portato al nuovo brand Fattorie Cremona, a nostro avviso perfetto per raccontare quello che siamo. Con questa azione" – ha aggiunto Baldrighi" – "la cooperativa resta fedele ai suoi principi ispiratori: trasformare il latte conferito dai soci per produrre e vendere formaggi di elevata qualità, con alto contenuto di servizio, nel rispetto della migliore tradizione casearia italiana".

 
IL PUNTO VENDITA E IL PERCORSO DIDATTICO MULTIMEDIALE SUI FORMAGGI

Vicino allo storico stabilimento di Persico Dosimo nel 2018 ha aperto la Bottega di Fattorie Cremona, un punto vendita di 400 mq che valorizza tutti i prodotti della cooperativa, ma anche altre eccellenze del territorio e della tradizione cremonese. Ricavata all’interno dell’ex stabile del Consorzio Agrario, struttura che in origine era un antico granaio in cotto (realizzato negli anni trenta, all’epoca della battaglia del grano), la Bottega di Fattorie Cremona si distingue per un design innovativo e moderno e per la presenza di un percorso didattico multimediale dotato di postazioni digitali e pannelli informativi che coinvolgono il visitatore in veri e propri quiz sul mondo dei formaggi, del latte e più in generale del settore lattiero-caseario.
Il percorso didattico è completato da una moderna sala proiezioni che consente al visitatore di vedere da vicino tutto il processo di produzione dei formaggi. "Questo nuovo percorso didattico ci consente non solo" – spiega il presidente Baldrighi – "di entrare nelle scuole, ma anche di inserirci nel settore in crescita del turismo enogastronomico grazie a un accordo stipulato con il Comune di Cremona".
La Bottega di Fattorie Cremona, il punto vendita aperto al pubblico nel 2018 e
a destra il percorso didattico multimediale sul mondo dei formaggi all'interno dell’ex stabile del Consorzio Agrario.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner