Tortelli al Grana Padano, piselli e fave

Tortelli al Grana Padano, piselli e fave
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share

Dettagli ricetta

. Difficoltà: Medio . Dosi: 4 persone . Tempo di preparazione: 2 ore . Varietà: Pasta ripiena

Ingredienti

300 gr di farina 00
5 gr di curcuma in polvere
120 gr di acqua tiepida
100 gr di ricotta
1 limone
100 gr di Grana Padano Riserva
200 gr di piselli sgusciati (freschi)
150 gr di fave sgusciate
1 mazzetto di maggiorana
10 ml di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Procedimento

Preparare la pasta: impastare la farina 00 con l’acqua tiepida e la curcuma fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, avvolgere in pellicola trasparente e lasciare riposare un ora.
Lavorare la ricotta fino a renderla cremosa e unire la scorza del limone grattugiata, il Grana Padano grattugiato, sale e pepe.
Tirare la pasta dello spessore di 2mm, formare dei mucchietti di ricotta, coprire con un altro strato di pasta e formare i tortelli.
Cuocere per pochi minuti i piselli con le fave in padella con poco olio, sale, pepe e maggiorana.
Cuocere i tortelli in acqua salata, insaporirli in padella con le verdure e servirli.

Curiosità: Analizzando 28.000 piante di piselli il naturalista e matematico Johann Gregor Mendel originario di Brno (Repubblica Ceca) svelò i principi dell’ereditarietà proiettando così i piselli nella storia. Da alcuni secoli i piselli accompagnano i primi piatti dell’Italia del nord come i famosi “risi e bisi” una combinazione che va ben oltre il sapore e la gastronomia. Come tutti i legumi, il consumo dei piselli è raccomandato dai nutrizionisti in abbinamento ai cereali, la ragione sta nell’unione della catena di aminoacidi delle proteine dei legumi con quelle dei cereali; insieme formano proteine con un maggiore valore biologico.
Danilo Angé
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner