Toc’ in braide

Toc’ in braide
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share

Dettagli ricetta

. Difficoltà: Medio . Dosi: 4 persone . Tempo di preparazione: 1 ora . Ricorrenze: Natale

Descrizione

La tradizione non è solo nei gesti e nei rituali, ma anche e soprattutto negli ingredienti. Il toc’ in braide infatti non è una ricetta antichissima ma utilizza sapori ed elementi indissolubilmente legati alla tradizione. Il toc’ in braide risale infatti agli anni ‘80, quando fu inventata, o meglio rielaborata, dallo chef friulano Gianni Cosetti. È una ricetta abbastanza semplice, molto energetica ed estremamente versatile.
Letteralmente, in dialetto friulano, significa “intingolo nel podere”: è un piatto semplice e gustoso, che nasce con lo scopo di rendere la classica polenta ancora più gustosa e saporita. Siete pronti? Scopriamo insieme la ricetta!

Ingredienti

200 g di farina per polenta
300 g di Grana Padano Oltre 16 mesi
50 ml di latte
sale
100 g di burro
500 ml di acqua
Prezzemolo

Procedimento

Il primo vero step nella preparazione di questa ricetta è la scelta della farina di mais per la polenta. Quella consigliata è una farina di tipo grezzo e corposo, che esalterà il sapore rustico di questo piatto. Mettete l’acqua in una pentola (meglio se di rame, proprio come facevano le nostre nonne) e portate a bollore. Aggiungete dunque un pizzico di sale e 150 g di farina a pioggia. Portate la polenta a bollore e continuate a mescolare: fate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti.
Nel frattempo grattugiate il Grana Padano, mettetelo in un contenitore a bagnomaria insieme al latte e lasciatelo sciogliere dolcemente mescolando con una frusta, fino a ottenere una fonduta.
In una padella andrete poi a creare la cosiddetta “morchia”: mettete a sciogliere il burro, quando inizia a dorarsi aggiungete la farina di mais restante e fatela abbrustolire, rosolando finché non avrà raggiunto un colore nocciola.
Prendete infine un piatto da portata, versate la polenta calda e aggiungete al di sopra la nostra profumatissima fonduta di Grana Padano. Completate il piatto con la morchia, ovvero la farina abbrustolita al burro fuso e decorate con qualche foglia di prezzemolo. Servite subito e buon appetito!
Lisa Fregosi
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner