Strascinati al ragù

Strascinati al ragù
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share

Dettagli ricetta

. Difficoltà: Difficile . Dosi: 4 persone . Tempo di preparazione: 2 ore . Varietà: Pasta . Ricorrenze: Natale

Descrizione

Strascinati al ragù - Ricetta della Basilicata
Il periodo di Natale è contraddistinto da pranzi e cene con le persone care.
Ci si prende del tempo per cucinare e per fare quelle preparazioni che hanno bisogno di cura e di amore come ad esempio la pasta fatta in casa ed il ragù che borbotta per ore in cucina.
Gli strascinati sono una pasta fresca tipica del sud Italia. Prendono il nome dal modo in cui la pasta viene formata, ovvero trascinandola con le dita su un piano di legno.

Ingredienti

Per la Pasta:
300g di semola rimacinata
190g di farina 00
180g di acqua circa

Per il Ragù:
500g di carne trita di manzo
500g di polpa di pomodoro
1 scalogno
1 carota
½ costa di sedano
1 rametto di rosmarino più un altro per guarnire
olio evo
sale

Per Servire:
Grana Padano Riserva Oltre 20 mesi

Procedimento

Per il Ragù:
Per prima cosa preparate il ragù. Pulite e tagliate a dadini scalogno, carote e sedano. Fate scaldare un tegame con dell’olio evo e fatevi soffriggere le verdure con il rametto di rosmarino.
Aggiungete la carne e fate rosolare a fuoco vivo. Coprite con la polpa di pomodoro, regolate di sale, abbassate il fuoco e fate cuocere dolcemente per almeno un’ora.

Per la Pasta:
Mettete le farine a fontana, versate nel centro un po’ di acqua e, usando una forchetta, mischiatela con poca farina.
Aggiungete altra acqua ed iniziate ad impastare con tutta la farina, fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Coprite con un canovaccio e fate riposare mezzora.
Prendete un pezzo di impasto e formate un salsicciotto che dovrete tagliare in pezzi da 3 o 4 centimetri.
A questo punto con le dita fate pressione su ogni tocchetto e trascinatelo verso di voi, per dargli appunto la forma tipica.
Fate riposare ancora mezzora e cuoceteli in abbondante acqua salata. Saranno pronti quando verranno a galla.
Scolateli, conditeli con il ragù ed abbondante Grana Padano grattugiato fresco. Decorate con del rosmarino e servite.
Marta Tovaglieri
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner