Obiettivo 3

Obiettivo 3
Sacrificio, lealtà, determinazione a dare il meglio: sono alcuni tra i valori dello sport, che spingono chi lo pratica in tutte le discipline a trovare motivazione per confrontarsi e crescere.

Ma per una persona disabile è difficile praticarlo, perché occorrono ausili tecnici spesso complessi, approfondite conoscenze tecniche e quindi si devono sostenere anche costi elevati.

Da questa considerazione Alex Zanardi, pluricampione paralimpico, ha voluto fondare nel 2017 la Società Sportiva Obiettivo3 partendo da una sfida ambiziosa: individuare almeno tre atleti in grado di qualificarsi per i Giochi Paralimpici di Tokyo. 

Nei suoi primi quattro anni di attività Obiettivo3 ha reclutato, tramite il web o appositi momenti di incontro, oltre 100 atleti provenienti da tutto il territorio nazionale. 

Obiettivo3 si è aperto a tutte le discipline paralimpiche, con un occhio particolare al paraciclismo, specialità nella quale è stato reclutato il maggior numero di atleti. Ma proprio per la sua vocazione ampia ed eterogenea, la Società ha deciso di dar vita ad alcuni progetti specifici che abbracciano altre discipline. Al fianco del paraciclismo e dell'atletica paralimpica, grazie alla collaborazione con le federazioni sportive, sono stati avviati percorsi di reclutamento per il tiro con l'arco, il paratriathlon e il tennis in carrozzina. E per i futuro sono allo studio nuove proposte che coinvolgeranno altri ambiti sportivi.

In questi primi 4 anni la strada è stata tracciata nel modo migliore, con i nostri atleti che hanno raggiunto decine di successi in campo nazionale e internazionale. Oltre agli allori nei campionati italiani, spiccano tre medaglie ai Mondiali di paraciclismo per Ana Vitelaru e Federico Mestroni (2018 e 2019) e due agli Europei di atletica 2018 con Diego Gastaldi. Ma Obiettivo3 non è solo questo. Per usare le parole di Zanardi: «Obiettivo3 è soprattutto ispirazione, un messaggio che cerchiamo di condividere: tutti noi siamo al mondo per fare il massimo di quello che è possibile. I nostri ragazzi possono essere d’esempio per tante altre persone».

Il Consorzio Tutela Grana Padano ha sostenuto Obiettivo 3 fin dalla sua nascita, condividendone i valori e affiancando la Società Sportiva in tutte le sue iniziative sociali e solidali.