Baccalà al forno con patate

Baccalà al forno con patate
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share

Dettagli ricetta

. Difficoltà: Difficile . Dosi: 4 persone . Tempo di preparazione: 1 ore (più tre giorni di ammollo per il baccalà) . Ricorrenze: Natale

Descrizione

Il Natale nelle Marche è magico e soprattutto goloso. Tante sono le preparazioni e le specialità tramandate nel tempo. Pranzi in famiglia, lucine accese, alberi addobbati e tavole imbandite. Anche se si è grandi non si può ignorare quella magia che caratterizza questo periodo e forse è sempre bello pensare che un signore dalla barba bianca esaudirà ogni nostro desiderio: uno tra tutti il baccalà al forno! A questo gustosissimo piatto abbiamo abbinato un ricco strato di patate dorate e croccanti al profumo di Grana Padano: come resistere?

Ingredienti

800 g circa di baccalà 
600 g di patate
2 cipolle rosse 
3 cucchiai d‘olio extravergine d‘oliva
2 spicchi d‘aglio
prezzemolo
1 foglia d‘alloro
100 g di olive
30 g di Grana Padano da 9 a 16 mesi
sale e pepe

Procedimento

Il baccalà ha una lavorazione un po’ lunga, ma il suo gusto inconfondibile vi ripagherà di tutti gli sforzi. Lasciatelo in ammollo per circa 3 giorni cambiando più volte l’acqua. Una volta pronto, ripulite il baccalà dalle spine assicurandovi che non restino lische nei filetti, spellatelo e tagliatelo a pezzi non troppo grossi.
Da parte, lavate le patate, mettetele in una pentola, copritele di acqua e fatele cuocere per circa dieci minuti, dopodiché scolatele e tagliatele a fette spesse non più di 1 cm.
Nel frattempo pelate due belle cipolle rosse e tagliatele a rondelle. Mettete in una teglia tre cucchiai di olio evo, versatevi le cipolle insieme alla foglia d‘alloro spezzettata.
A questo punto asciugate i pezzi di baccalà, infarinateli leggermente e metteteli sul fondo della teglia. Coprite il baccalà con olive e patate tagliate a velo. Per il tocco finale, spolverate il tutto con abbondante Grana Padano e mettete la pirofila nel forno precedentemente scaldato a 180°, per circa un quarto d‘ora.
Federica Visconti
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner